3923636564
info@mondoacquanapoli.it

La tecnologia Biodesign

Anni di ricerca e sviluppo del prodotto, e le molte centinaia di piscine pubbliche e private realizzate in tutto il mondo, hanno consentito di sviluppare una tecnologia a basso impatto ambientale, straordinaria per qualità di impermeabilizzazione e per performance strutturali del rivestimento Biodesign brevettato. Schede tecniche dimostrano come le impermeabilizzazioni siano superiori a quelle utilizzate nelle tradizionali piscine per elasticità + 300%, oltre ad avere qualità superiori di resistenza ai raggi UV, ghiaccio, prodotti chimici, e per la durata.
Il rivestimento strutturale Biodesign, composto da resine appositamente formulate e quarzi, vanta resistenze meccaniche a trazione per flessione doppie rispetto al calcestruzzo strutturale. Queste differenze già superiori in senso assoluto rispetto ai tradizionali sistemi di costruzione piscine, per esprimere il loro valore reale dovrebbero essere confrontate in funzione del loro utilizzo: il rivestimento Biodesign infatti, essendo posato sopra l’impermeabilizzazione e quindi immerso in acqua, non è sottoposto alle sollecitazioni e alle spinte dell’acqua stessa.

  • 1 – SCAVO
  • 2 – TESSUTO PROTETTIVO
  • 3 – LINER DI IMPERMEABILIZZAZIONE
  • 4 – RETE DI CONSOLIDAMENTO STRATO GREZZO
  • 5 – STRATO DI RIVESTIMENTO GREZZO
  • 6 – RETE STRUTTURALE INTERMEDIA
  • 7 – STRATO DI RIVESTIMENTO DI FINITURA

Una tecnologia a basso impatto ambientale, straordinaria per qualità di impermeabilizzazione e per performance strutturali del rivestimento Biodesign brevettato. Schede tecniche dimostrano come le impermeabilizzazioni siano superiori a quelle tilizzate nelle tradizionali piscine per elasticità + 300%, oltre ad avere qualità superiori di resistenza ai raggi UV, ghiaccio, prodotti chimici, e per la durata. Il rivestimento strutturale Biodesign, composto da resine oppositamente formulate e quarzi, vanta resistenze meccaniche a trazione per flessione doppie rispetto al calcestruzzo strutturale.

La tecnologia Biodeisgn utilizza un Liner impermeabile in EPDM adagiato sopra il terreno e protetto con apposito tessuto Biodesign avente le seguenti caratteristiche:
EPDM: un materiale chimicamente stabile che è completamente inerte, non contiene additivi inquinanti né metalli pesanti, e non libera sostanze nocive nell’ambiente. Le vecchie installazioni in EPDM possono essere bruciate per produrre energia (dal momento che non emettono diossine), può essere eliminato in una comune discarica, o riciclao per produrre nuovi prodotti in EPDM. Greenpeace consiglia l’EPDM come alternativa al PVC.

Certificazione dell’impermeabilizzazione:L’EPDM è un polimero sintetico, che da più di 40 anni ha avuto un utilizzo in continuo aumento nell’industria automobilistica e nell’ingegneria civile. Si tratta di un elastomero ottenuto dalla copolimerizzazione di Etilene, Propilene e Diene Monomero, che viene vulcanizzato. Le lunghe molecole di gomma vengono connesse attraverso legami chimici incrociati, formando un prodotto elastico, chimicamente stabile, con una resistenza imbattibile ai raggi UV, all’ozono, alle temperature estreme e alle sostanze chimiche.

PROVE DI RESISTENZA A COMPRESSIONE

Contenuti:

  • Descrizione strutturale dell’applicazione del materiale da costruzione Tecnologia Biodesign.
  • Analisi dei materiali e risultati delle prove sperimentali.
  • Analisi dei carichi accidentali.


Conclusioni dello studio:

  • la tecnologia biodesign offre un elevato grado di sicurezza rispetto alle sollecitazioni generate dalle spinte del terreno e dell’acqua.
  • Il manufatto risulta esente da sovraccarichi dovuti a cedimenti.
  • Il rivestimento struttuarale in quarzo e resina è in grado di sopportare agevolmente i carichi secondari.
  • Le proprietà meccaniche del rivestimento strutturale Biodesign sono di grande rilevanza
  • In base alle considerazioni svolte in questo studio, per progetti ordinari Biodesign non Vi è necessità di verifiche strutturali supplementari.


Modena, 4/10/2012

La totale assenza di cementi armati, le impermeabilizzazioniconsigliate anche da Green Peace, le relazioni geologiche e lo screening paesaggistico…Il terreno infatti non subisce appesantimenti e la struttura è separabile perfettamente dalla terra, tanto che la si può considerare movibile…

Biodesign Pools ha vinto il 1° Premio Piscina BCN 2011 alla sostenibilità il prodotto che garantisce l’uso efficiente delle risorse (acqua, energia, materie prime) e che sia rispettoso dell’ambiente durante tutto il suo ciclo di vita (produzione, messa in opera, utilizzo, smantellamento e riciclo). Un premio alla sostenibilità Sostenibilità, ambiente, eco compatibile, bio.

Quando si usano queste parole in Italia, generalmente ci si riferisce a un fatto di business e non certo alla sensibilità dell’uomo verso l’ambiente. Spesso trattiamo questi temi ai nostri corsi con domande volutamente aperte alla platea. Quella che ne riceviamo è la prova di una nostra sensazione: l’Italia è uno di quei paesi in cui si potrebbe asfaltare tutta la Pianura Padana senza che nessuno si opponga. Le uniche proteste in tema di ambiente che animano la platea sono infatti quelle che riguardano la difficoltà di ricevere autorizzazione a costruire piscine oppure i casi in cui addirittura si ottengono dei dinieghi. Dovremmo provare a riflettere se per caso la nostra insensibilità non abbia invece qualcosa a che fare con la ristrettezza amministrativa.

Anni di costruzioni in contrasto con l’ambiente e con le bellezze del nostro paese hanno forse creato delle procedure infernali. Sia chiaro, la nostra non è una difesa dell’efficienza della Pubblica Amministrazione, ma è un invito a sensibilizzare prima di tutto noi stessi.

In questi anni ci siamo presentati numerosissime volte davanti a pubbliche amministrazioni, uffici edilizia privata, sovrintendenze alle belle arti, assistendo i nostri clienti e aiutandoli a richiedere le concessioni per la costruzione della piscina. In numerose occasioni abbiamo assistito allo sguardo rassegnato del funzionario incaricato, che alla parola “piscina” non guardava neppure il progetto e chiudeva la questione.Ma a queste prime risposte non ci siamo scoraggiati . Abbiamo anzi affilato le nostre armi e siamo tornati agli stessi uffici che ci avevano respinti. Questa volta muniti di relazioni tecniche che sottolineavano le caratteristiche della tecnologia che volevamo concessionare. Specificavamo in esse i vantaggi del nostro prodotto: la totale assenza di cementi armati, le impermeabilizzazioni consigliate anche da Green Peace, le relazioni geologiche e lo screening paesaggistico. Insomma, dimostravamo a tutti gli effetti che la piscina Biodesign non crea alcun deturpamento ambientale. Il terreno infatti non subisce appesantimenti e la struttura è separabile perfettamente dalla terra, tanto che la si può considerare movibile. Forse parlare di mobilità della tecnologia Biodesign appare un tantino esagerato, anche dal nostro punto di vista, ma rimaniamo nella convinzione che una tecnologia che prevede un telo impermeabilizzante attento all’ambiente e uno strato di inerti che viene posato su di esso, assomiglia molto più ad una tecnologia per costruire riserve d’acqua, laghetti, vasche naturali, piuttosto che piscine. E a maggior ragione se nella costruzione i monoliti utilizzati sono autoctoni come i colori degli inerti della piscina, e i sistemi di trattamento non sono impattanti nell’ambiente. Lo testimoniano diverse installazioni Biodesign realizzate anche nei luoghi sottoposti a vincolo paesaggistico, dove le autorizzazioni diventano molto meno complicate. Lavorare nel lusso e nel benessere con un prodotto amico dell’ambiente è un’opportunità di lungo periodo per le vostre aziende e un vanto sia per l’impresa che costruisce sia per il cliente che lo acquista. Oltre a certicazioni e relazioni, l’ultima Fiera Internazionale della Piscina, tenutasi a Barcellona, ha premiato la tecnologia Biodesign come il prodotto più sostenibile e amico dell’ambiente in questo settore. Alla era erano presenti aziende da oltre 30 paesi nel mondo, alcune delle quali molto grandi e addirittura quotate in borsa. API Italia grazie alla tecnologia Biodesign è stata l’unica azienda italiana tra le finaliste e ha vinto due premi molto importanti.

Condividi sui tuoi social

WhatsApp

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi